Leucade

Foto di Dimitris Kalogeropoylos
Leucade

11 cose da fare e vedere a Leucade

Leucade è una delle isole greche più gettonate. Ci sono località come Nydri, Agios Nikitas e, parzialmente, l’omonimo capoluogo (Leucade) in qualche modo “sacrificate” sull’altare della modernizzazione turistica; altre parti di territorio, invece, hanno conservato l’impronta originaria dal punto di vista paesaggistico-ambientale. Insomma, un’isola dalla “doppia anima” in cui ci si può rilassare senza dovere per forza rinunciare a qualche uscita mondana. Per il resto, vale quanto già detto per le altre isole Ionie: anche a Leucade il “peso della storia” gioca un ruolo secondario rispetto agli aspetti naturalistici. Della stessa dominazione veneziana restano purtroppo solo poche tracce, quelle miracolosamente scampate al sisma che nel 1953 scosse gran parte dell’arcipelago. Di seguito vediamo insieme le principali attrazioni dell’isola. Buona lettura. (in copertina la spiaggia di Egremnoi)

1 Leucade città

Foto di Ronald & Sylke
Booking.com: mostra mappa con hotel vicino a Leucade città

Leucade città (o Lefkáda) quasi sempre è la prima tappa di una vacanza sull’isola omonima. I motivi sono diversi e complementari tra loro: è il centro abitato più vicino alla terraferma, cui è collegato tramite un ponte; è il centro economico, commerciale e amministrativo più importante dell’isola; infine è uno dei porti turistici più attrezzati delle Ionie, con una capienza che supera i 600 posti barca. A tutto ciò bisogna aggiungere caffè, bar, ristoranti e locali notturni in cui si concentra una parte significativa della movida isolana. Ma c’è dell’altro. Leucade, infatti, merita pure dal punto di vista ambientale. Da vedere, la laguna a nord della città, luogo ideale per gli amanti del birdwatching. Non a caso, quest’area è inserita nel progetto comunitario “Natura 2000” che ha il compito di tutelare questo speciale habitat marino in cui transitano diverse specie di volatili (folaghe, aironi, cormorani, anatre ecc.) durante le rispettive migrazioni. Merita una visita pure Gyra, località vicinissima alla città, famosa per la sua spiaggia bianchissima.

2 Castello di Agia Mavra

Foto di geraki
Booking.com: mostra mappa con hotel vicino a Castello di Agia Mavra

Nei pressi del ponte che collega Leucade alla terraferma ci sono le rovine del Castello di Agia Mavra, la fortezza con funzioni di avvistamento e difesa che, per circa quattrocento anni, dal XIII al XVII secolo, ha protetto l’isola dalle incursioni da mare, specie quelle turche assai frequenti a cavallo tra ‘400 e ‘500. L’edificazione del Castello risale alla fine del ‘200 e, ovviamente, nel corso dei secoli, ha subito diversi rimaneggiamenti finendo per diventare un rudere. Un rudere che però continua ad attrarre molti visitatori giustamente ammaliati dalla vista delle mura perimetrali esterne, tutt’ora in ottimo stato rispetto al poco rimasto all’interno. Insomma, il Castello di Agia Mavra è un pezzo di storia di Lefkáda e, come tale, merita senz’altro una visita.

3 Monastero di Faneromenis

Foto di Upp75
Booking.com: mostra mappa con hotel vicino a Monastero di Faneromenis

A circa tre chilometri dal capoluogo, in direzione del villaggio di Agios Nikitas (vd. prossimo punto), il Monastero di Faneromenis è tra le tappe imperdibili di una vacanza a Leucade. Non solo perché è il centro religioso più importante dell’isola, meta di pellegrinaggi e visite in ogni periodo dell’anno (ovviamente, molte di più durante la stagione estiva), ma anche per la vista meravigliosa che regala sulla città e la vicina laguna. Fondato nel XVII secolo sulle rovine di un tempio dedicato ad Artemide, il monastero nei secoli ha subito diversi interventi di restauro, di cui uno particolarmente significativo a seguito di un incendio nella seconda metà dell’Ottocento. All’interno ospita un Museo Ecclesiastico con icone sacre e antichi testi manoscritti. Da vedere!

4 Agios Nikitas

Foto di MOTORandPHOTOS
Booking.com: mostra mappa con hotel vicino a Agios Nikitas

A circa 10 chilometri da Leucade città, Agios Nikitas (o Aghios Nikitas) è l’unico villaggio del versante occidentale a essersi sviluppato lungo la costa. Nient’altro che una strada pedonale che termina a mare in corrispondenza di una piccola spiaggia (l’auto bisogna lasciarla all’ingresso del paese). Ai lati della strada principale si trovano negozi, bar e ristoranti in cui fermarsi a fare acquisti o a mangiare qualcosa di tipico. Insomma un centro balneare che dalla sua ha la facile accessibilità (sia che si venga da nord che da sud) e la vicinanza con alcune delle spiagge più belle di Leucade. Qui segnaliamo solo Kathisma (vedi foto) particolarmente famosa tra i giovani sia per la possibilità di praticare sport acquatici che per la presenza di locali che offrono intrattenimento da discoteca direttamente in riva al mare. Va da sé che queste località fanno registrare il pienone nei mesi estivi, mentre negli altri periodi dell’anno mostrano un’immagine decisamente più rilassata.

5 Kalamitsi

Foto di George Terezakis
Booking.com: mostra mappa con hotel vicino a Kalamitsi

Meno di dieci chilometri a sud di Agios Nikitas, Kalamitsi è quello che si dice un villaggio dalla doppia anima o, meglio ancora, dall’identità sospesa. Da un lato, infatti, ci sono le tradizioni rurali che ancora scandiscono la quotidianità degli abitanti; dall’altro, invece, fa capolino la modernità turistica con una scelta di pensioni e camere in affitto che si va facendo sempre più ampia. Per il momento, però, a prevalere sono ancora le immagini di una volta: mulini a vento, chiese e soprattutto galline, capre e asini che razzolano liberamente nei poderi e negli orti domestici. Menzione particolare per Kavalikefta, la bellissima spiaggia del paese. Sabbia bianchissima, mare cristallino e, quel che è più importante, spazio per tutti. Da non perdere!

6 Karia

Foto di Alf van Beem
Booking.com: mostra mappa con hotel vicino a Karia

Karia è il paese più grande di Leucade. Sono circa 1000 gli abitanti che vivono in questo borgo dell’entroterra famoso per la tradizione del ricamo a mano. A tutt’oggi i pizzi e i merletti ricamati da mani esperte del luogo vengono venduti in tutti i bazar dell’isola. Molto bello il centro del paese con bar, taverne e caffetterie un po’ dappertutto. Tavolini e sedie, invece, sono rigorosamente all’ombra di grandi platani che svettano maestosi sulla piazza. Insomma, Karia regala atmosfere tipicamente greche che non conoscono l’usura del tempo. Da vedere!

7 Porto Katsiki

Foto di Svetlana
Booking.com: mostra mappa con hotel vicino a Porto Katsiki

Sono in molti a ritenere Porto Katskiki addirittura la spiaggia più bella d’Europa. Quel che è certo, vale da sola il viaggio a Leucade. Parliamo di una località in grado di emozionare come poche altre al mondo. Una spiaggia di sabbia bianca finissima, riparata da una falesia a picco sul mare e, per di più, baciata dal sole fino a tarda sera grazie alla felice esposizione a ovest. Le acque, manco a dirlo, sono cristalline, a completamento di uno scenario che non ha nulla in meno alle più celebrate Spiaggia del Relitto a Zacinto e Myrtos sull’isola di Cefalonia. Insomma, un luogo da favola circondato da altri luoghi da favola. Un po’ più a nord, infatti, c’è la spiaggia di Egrimnoi (vedi immagine di copertina), altro luogo da sogno, mentre proseguendo verso sud si incontra il faro di Capo Lefkada, dal cui dirupo, secondo il racconto mitico, si sarebbe suicidata la poetessa Saffo. Da vedere!

8 Sivóta

Foto di Owen Jones
Booking.com: mostra mappa con hotel vicino a Sivóta

Una delle località più belle di Lefkáda e probabilmente dell’intero arcipelago delle Ionie. Un’insenatura stretta, cinta da due lunghe strisce di terra, che danno all’ospite l’impressione di trovarsi in un laghetto, anziché in mare. A terra, ai piedi del porticciolo, frequentato soprattutto da velisti, negozi, bar e ristoranti allietano le giornate (e le serate) di chi capita da queste parti. La cucina, ovviamente, è soprattutto a base di pesce, in omaggio alla tradizione marinara della gente del posto che, prima di scoprire il turismo, viveva (ma in molti casi vive ancora) dei proventi della pesca. C’è anche una piccola spiaggia di ciottoli per rilassarsi e fare un bagno nelle meravigliose acque dell’isola. Da non perdere!

9 Nydri

Foto di George Terezakis
Booking.com: mostra mappa con hotel vicino a Nydri

Come detto già in apertura, Nydri è una delle località più note e frequentate di Lefkáda. I chilometri dal capoluogo sono 17, facilmente percorribili lungo la dorsale orientale dell’isola. La località, seppur da anni votata al turismo, reca ancora molte tracce del passato marinaro. Oggi, però, sono soprattutto barche a vela e yacht a fare la spola con l’attrezzato porto cittadino. Porto da cui salpano anche i traghetti alla volta di Itaca e Cefalonia, nonché le escursioni via mare per Meganissi,Sparti e Skorpios, le tre isolette che amministrativamente dipendono da Leucade. Delle tre, Skorpios è la più famosa essendo stata per anni di proprietà dell’armatore greco Aristotele Onassis. Da qualche anno, però, l’isola è passata in mani russe, preservando la sua fama di inaccessibile luogo di élite. Da vedere, poco distante da Nydri, l'”Early Bronze Age Tumuli”, una necropoli dell’età del bronzo con ben 33 tombe. Sempre a Nydri, infine, meritano una visita le cascate in fondo la gola di Dimosari (vedi foto). Da vedere!

10 Ligia

Foto di almekri01
Booking.com: mostra mappa con hotel vicino a Ligia

In apertura abbiamo fatto riferimento alla possibilità, per chi decide di regalarsi una vacanza a Leucade, di soggiornare (relativamente) lontano dai centri più turistici senza per questo privarsi del bagno di folla serale. Ligia è uno dei posti migliori sull’isola per abbinare relax e divertimento. La distanza da Leucade città è di appena 4 chilometri; circa 10, invece, da Nidri (vedi punto 9). Soprattutto, Ligia è tutt’ora uno dei centri ittici più importanti della Grecia occidentale. Il suo porto, diversamente dagli altri sull’isola, continua a essere frequentato soprattutto da pescatori locali che, in verità, affollano anche i bar e le taverne a ridosso della banchina. Insomma, Ligia è l’emblema di quella parte di Leucade che continua a vivere secondo tradizione, senza rinnegare però la modernità turistica. Da vedere!

11 Festival del Folclore

Foto di voukat

Oltre a essere una rinomata località balneare, Leucade è stata tra le prime isole greche a puntare sugli eventi di qualità come volano per lo sviluppo. Uno in particolare è quello che ha dato fama e visiibilità al territorio: stiamo parlando del rinomatissimo Festival del Folclore che, dal 1962, si svolge ogni anno l’ultima settimana di agosto (da domenica a domenica). Vi partecipano gruppi folcloristici provenienti da ogni angolo del globo. Per una settimana sfilano per le strade di Leucade gruppi vietnamiti, compagini africane, europee e ovviamente, provenienti da altre parti della Grecia. Canti, balli e musica a volontà per esaltare il valore unificante dell’arte che, per definizione, non conosce confini e si esprime con un linguaggio universale. Insomma, un festival della fratellanza e della solidarietà che reca beneficio anche dal punto di vista turistico, richiamando sull’isola una miriadi di turisti, anche questi provenienti da ogni parte del mondo. Da vedere!

Attività che puoi prenotare subito


Booking.com